giovedì 17 settembre 2009

Potere di link il 18 a Viareggio


“Potere di link: scritture e letture dalla carta ai nuovi media” di Rosa Maria Di Natale (Bonanno Editore, 2009) sarà presentato il 18 settembre a Viareggio nell’ambito del Premio “DONNAèWEB”, il riconoscimento nato nel 2004 per promuovere le professionalità femminili nel web; un premio per valorizzare le donne che attraverso il web svolgono la propria attività nell'impresa, nel pubblico e nel no profit.
La presentazione del saggio della giornalista catanese e docente di Comunicazione, giornalismo e nuovi media all’Università di Catania, si terrà nella Biblioteca Comunale di Viareggio (piazza Mazzini 22), alle ore 18. Relatrice sarà la scrittrice Isabella Moroni.
“Potere di link” è rivolto a chi è interessato all’affascinante legame tra discipline umanistiche e il mondo dei bit, e a tutti coloro che desiderano avvicinarsi per la prima volta all’argomento. Scrittori, lettori ed editori da tempo fanno i conti con il digitale, sperimentandosi sulla Rete e confrontandosi con gli e-book, gli ipertesti, le biblioteche immateriali, le librerie virtuali, il self publishing ma soprattutto guardando al testo con un’ottica diversa rispetto a quella "lineare" del passato. Sotto la lente dell’autrice anche blog e siti letterari, dove spesso la scrittura diventa collaborativa e incontra la multimedialità e le lezioni di calviniana leggerezza. Il potere di link coincide dunque con la possibilità, per il lettore e l’autore, di andare oltre il testo tradizionale.
“DONNAèWEB” 2009 è un evento organizzato da Provincia di Lucca, Apt Versilia, Comune di Viareggio e Associazione Web Italia Onlus. Gli incontri letterari sono realizzati in collaborazione con il magazine on line di arte contemporanea e cultura Art a part of cult(ure) con sede a Roma, con la libreria Mondadori di Viareggio e con l’Hotel Esplanade di Viareggio.

“Potere di link” fa quello che ogni buon testo scientifico dovrebbe fare: spiegare per filo e per segno qual è il forte legame tra la scrittura e la cosiddetta “rivoluzione digitale”. (…) Sembra che il passare dei secoli abbia complottato per evidenziare una verità che sembriamo aver dimenticato: scrivere è una tecnologia. Se su carta o su un dispositivo elettronico, cambia davvero poco…”
(Salvo Mica, La Sicilia)

“… un testo che, pur avendo una destinazione universitaria, ha una chiarezza di esposizione difficile da trovare in testi del genere. Da Calvino agli e-book, da Fedro e Socrate alla “googlizzazione” delle biblioteche. Il concetto di base è che i tempi non cambiano inutilmente, e che l’unico modo per non sentirsi inutili è correre insieme al tempo”

(Gery Palazzotto, in un blog)

2 commenti:

Occhi di Notte ha detto...

Devo dire che è molto interessante questo articolo e anche l'iniziativa!

prestiti on line ha detto...

Molto interessante, perchè era già capace di vedere l'importanza futura dei link. Complimenti agli autori di questo titolo.
Sara m.